NotizieSiciliaTutti gli ArticoliAssociazione Ristoratori Cefalu’ prende le distanze dalla protesta ” IO APRO” del 15 gennaio.

Redazione1 mese ago4 min

Sono comprensibili le ragioni alla base della contestazione di chi annuncia le aperture forzate di ristoranti, esercizi pubblici e altre strutture in violazione dei decreti e delle norme, ma non è con
l’illegalità che spereremo questo momento di crisi ma, bensì sconfiggendo il virus. L’ARCH, Associazione Ristoratori Cefalù ho.re.ca , interviene per dire no a “ogni forma di disobbedienza civile, come la manifestazione “Io apro” annunciata per venerdì 15 gennaio a livello nazionale.
L’emergenza Coronavirus sta generando una grave crisi in tutto il comparto della ristorazione, del commercio e di tutto il turismo, rischiando un crollo a catena con pesantissimi impatti sull’economia, ma questo non si può tradurre in una sfida alle istituzioni con la violazione delle norme previste per contenere la diffusione del contagio.
Al contrario in un momento così complicato sono proprio questi atteggiamenti scellerati a peggiorare la situazione. E’ a causa del lassismo e dello sprezzo delle regole che la situazione di emergenza si sta protraendo oltre ogni possibile previsione.
Proprio noi Siciliani in questi giorni stiamo pagando a caro prezzo le conseguenze del nostro maldestro comportamento durate le festività natalizie, inutile negarlo.
Viviamo nel Paese più bello del mondo, con una ricchezza artistica e culturale senza eguali, una storia avvincente e la cucina più amata, dove la grande varietà di paesaggi si unisce alle bellezze
architettoniche. Su questo dovremmo basare la nostra rinascita.
Il turismo rappresenta più del 13% del PIL nazionale! E oggi più che mai, dobbiamo proteggere questa ricchezza, fonte di un orgoglio italiano così legato alla nostra storia, e dobbiamo pretendere che tutti rispettino le regole e sicuramente agire a protezione della salute dei cittadini, perché se i contagi non calano non apriremo più, e rimarremo “SOLI CON LA NOSTRA BELLEZZA”.
Tutti credevamo di poter aprire e lavorare a Natale 2020, poi, abbiamo spostato l’asticella ad aprile 2021.
Pensiamo di poterla spostare più avanti ? Sarebbe la fine. Dobbiamo, far recuperare coraggio al visitatore nel viaggiare e venire in Sicilia. Senza il rispetto pedissequo delle regole e uno sforzo condiviso tutto questo rimarrà un’utopia.
Chi aprirà il 15 commetterà, oltre che un reato, anche un’enorme mancanza di rispetto verso tutta la categoria

 

Per rimanere sempre aggiornati, unisciti al nostro canale Telegram:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

ll progetto editoriale di CefalùTime è frutto della passione per le arti comunicative e giornalistiche da parte di uno staff giovane e intraprendente.

CefalùTime, nasce con l’obbiettivo di offrire una nuova fonte di informazione, chiara e trasparente, divenendo, al contempo, vetrina di opportunità per piccoli e grandi imprenditori operanti sul territorio.

Febbraio: 2021
L M M G V S D
« Gen    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728

Cefalu Time, 2019 © All Rights Reserved