BasketSportTutti gli ArticoliCefalù Basket: “Ripartiremo dal settore giovanile. Non è detto che ci iscriveremo in D”

Redazione3 settimane ago12 min

Nella presentazione della prossima stagione cestistica, l’ASD Cefalù Basket 1972 ha voluto ripercorrere quello che è successo nel suo primo anno di attività, prima che il Covid-19 interrompesse l’attività agonistica. La società cefaludese, infatti, ha voluto sottolineare come la prima stagione sia stata molto positiva: per quanto sia stata resa difficile dalla mancanza di un campo di gioco per le partite ufficiali all’interno del territorio normanno, la prima squadra ha raggiunto la salvezza con ampio anticipo, con una caratteristica unica nel suo genere: la media d’età più bassa per un campionato senior in tutto il meridione. Inoltre, il settore giovanile, con la squadra Under 20, frutto del connubio tra i talenti locali ed il reclutamento di giovani atleti/studenti stranieri, seguiti in ogni attività quotidiana dallo staff tecnico e dirigenziale della società, ha dimostrato tutto il suo gran potenziale piazzandosi come seconda potenza del campionato siciliano.
Da questa base, la società guidata dal presidente Angelo Lombardo, ha intenzione di programmare la stagione 2020/21 con una grande novità: la palestra del Liceo Artistico “Diego Bianca Amato”, inizialmente designata come “casa” biancoazzurra, grazie agli sforzi profusi, sia dal punto di vista materiale che burocratico, dal sodalizio normanno,è
stata omologata dal Comitato Regionale F.I.P. per l’utilizzo nelle competizioni agonistiche e da quest’anno sarà, finalmente, utilizzabile non solo per gli allenamenti. Il Cefalù Basket ‘72 a tal proposito, ringraziando per la disponibilità la Dirigente Scolastica Dott.ssa Antonella Cancila, il vicepreside Prof. Mario Macaluso, il corpo docenti e il personale tutto dell’istituto scolastico per la propria disponibilità, ha manifestato l’intenzione di continuare il percorso di manutenzione e implementazione (del tutto a fondo perduto) dell’impianto, per renderlo una struttura sempre più funzionale all’attività dei proprio tesserati e di tutti gli studenti dell’Istituto. Con la disponibilità della struttura, i biancoazzurri, hanno voluto annunciare che, oltre alle attività delle giovanili, verrà creata una squadra femminile che disputerà il campionato di Serie C. Per rendere ancor più agevole l’arrivo al campo sarà realizzato un servizio navetta per i tesserati. 

Un lavoro lento e costante che, nel corso del primo anno di attività, ha dato vita anche ad una fitta rete di comunicazione in ambito Madonita: la società, infatti, ha creato delle succursali a Castelbuono e Finale di Pollina, puntando ad aumentare il proprio raggio d’azione.
All’incontro, oltre al presidente e
al consulente legale, scouting e mercato Francesco De Rosa, sono stati presentati dei nuovi innesti che andranno a potenziare notevolmente l’organigramma che si occupa del settore giovanile. Primo su tutti, Salvatore Marsala che ha mostrato molta soddisfazione nel poter far parte di questa famiglia. Lo stesso Marsala, ha voluto sottolineare l’importanza del avere una struttura a disposizione e di come, la società biancoazzurra, si stia impegnando a far crescere il proprio settore giovanile, tramite le solide basi buttate nella scorsa stagione. Marsala ha concluso il suo intervento sottolineando il suo ottimo rapporto con la Zannella Basket, di cui è stato presidente qualche anno fa, e di come ha dato le dimissioni dopo aver raggiunto gli obiettivi che si era prefissato.
Accanto a lui i Coach Davide Pischedda e Sara Liberto: con una grande esperienza in giro per l’Italia, hanno voluto sposare il progetto ASD Cefalù Basket 1972 con l’intenzione di rendere ancor più efficiente il progetto del presidente Lombardo. Lo stesso Pischedda
(che assumerà il ruolo di direttore tecnico ed head coach, subentrando a Coach Peppe Mantia, al quale la società rivolge i più sentiti ringraziamenti per il prezioso lavoro svolto lo scorso anno, e che, comunque, continuerà a collaborare con la società cefaludese) ha anticipato di come si concentrerà nel lavorare sia sull’aspetto fisico e quello mentale del tesserato, andandolo a guidare nella sua crescita sportiva.
La società ha inoltre affermato che, per quanto il progetto del Basket Cefalù 1972 continuerà a svilupparsi in ottica di crescita (si spera esponenziale) sia del settore giovanile, che del mini e microbasket (curati dalle istruttrici Sara Libero e Lilli Curcio) , c’è la possibilità che di una mancata partecipazione al prossimo campionato di Serie D. “La pandemia di Covid 19 ha generato un’incertezza economica su scala mondiale che affligge e affliggerà (si spera non per molto) il tessuto produttivo locale, e di conseguenza i nostri sponsor e partner in questa grande avventura. La società, come tantissime altre, in questo momento” afferma il Dott. De Rosa “dovrà fare delle serie e concrete valutazioni in merito alla sostenibilità dell’attività senior per la stagione a venire, che, allo stato attuale, è caratterizzata da tantissime incertezze, che vanno dalla data d’inizio della stagione, ai costi dei protocolli sanitari alla possibilità di presenza del pubblico alle gare. Va anche detto che la società, insieme a molte altre di Serie D, era stata firmataria di una proposta indirizzata alla Federazione relativa ad una riduzione dei costi di tesseramento per i giocatori over, e delle tasse-gara. Richiesta purtroppo non accolta, a fronte di rate federali già emesse e saldate nell’ultimo mese dal club. Valuteremo nel prossimo mese l’entità delle risorse a disposizione, e se saranno congrue ad affrontare anche le spese che derivano da un campionato senior saremo ai nastri di partenza, in caso contrario, con serenità, ci concentreremo ancor di più sull’attività giovanile”.

La società ha anche colto l’occasione, nella consapevolezza della diffusa difficoltà del momento, per rivolgersi all’imprenditoria ed agli appassionati cefaludesi, chiedendo sostegno e supporto a questo progetto sportivo, che, specie in tempi complicati come quelli che stiamo vivendo, può rappresentare un’occasione di riscatto e ripartenza, specie per i più giovani.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

ll progetto editoriale di CefalùTime è frutto della passione per le arti comunicative e giornalistiche da parte di uno staff giovane e intraprendente.

CefalùTime, nasce con l’obbiettivo di offrire una nuova fonte di informazione, chiara e trasparente, divenendo, al contempo, vetrina di opportunità per piccoli e grandi imprenditori operanti sul territorio.

Agosto: 2020
L M M G V S D
« Lug    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Cefalu Time, 2019 © All Rights Reserved