NotizieSiciliaTutti gli ArticoliCefalù: Scomparso Mario Lombardo

Redazione1 settimana ago13 min

Figura autoritaria della cultura  e un grande giornalista: quest’oggi è venuto a mancare Mario Lombardo.

Prese parte al maxiprocesso contro la mafia siciliana nel 1985 e raccontò quella esperienza nel libro “Giudice Popolare al Maxiprocesso” con la prefazione di Vincenzo Consolo.

Laureato in giurisprudenza aveva indossato la toga di di procuratore legale nel 1971 e di avvocato nel 1977, dedicandosi successivamente all’insegnamento prima di diritto e poi di lingua francese nel liceo linguistico provinciale e poi nella scuola media.
Raccontò tramite gli articoli e le sue inchieste molti fatti di cronaca, tra cui  Luci e ombre sul turismo di Cefalù” che ricevette una segnalazione al premio interazione Palermo-Cefalù Per 18 anni ha curato l’ufficio stampa della cronoscalata automobilistica Cefalù-Gibilmanna valida, in qualche edizione, per il Campionato Europeo della Montagna. Il 20 marzo del 2017 ha ricevuto dall’Ordine dei Giornalisti di Sicilia la medaglia d’oro per i 50 anni di attività.

Dal 1998, per 16 anni, è stato il responsabile della testata giornalistica di Radio Crm. Amante dello sport, ha seguito spesso le partite del Cefalù Calcio e della Cephaledium, come giornalista.

Il ricordo del Sindaco, Rosario Lapunzina

Sicuro di rappresentare il sentimento unanime della Città, desidero esprimere i sentimenti di profondo cordoglio e umana vicinanza ai familiari tutti per la scomparsa del nostro concittadino Mario Lombardo.

Con lui la Città perde una delle sue figure più rappresentative nel panorama sociale e culturale.

Lo ricordiamo come insegnante che educò generazioni di giovani ai valori del civismo e della legalità. Ideali che seppe difendere e incarnare nel corso del Maxi Processo alla mafia, nell’ambito del quale egli fu chiamato a far parte della Giuria popolare.

Da giornalista ebbe un comportamento limpido non ricusando mai di manifestare il proprio pensiero in coerenza con gli ideali nei quali credeva.

Il profondo cordoglio dell’Amministrazione comunale giunga, quindi, ai figli, ai parenti, agli amici e a tutti coloro che ebbero la fortuna di conoscerlo.

 

La redazione di CefalùTime si unisce al dolore dei familiari tutti per la scomparsa del signor Lombardo

One comment

  • Vincenzo Cesare

    20 Maggio 2020 at 22:48

    Spero che vi sia utile questo mio saluto per la scomparsa di Mario Lombardo.
    Grazie, cordiali saluti. Enzo Cesare:

    Ciao Mario,
    hai avuto tanta fretta nel raggiungere la tua cara Salva. Nei miei ricordi ma anche nella nostra Cefalù e nelle Madonie lasci un vuoto profondo come educatore e come giornalista-pubblicista. Nelle vesti di professore, sia tu che tua moglie Salva Vizzini, siete stati impeccabili ed esemplari. Come giornalista sei stato un caro, sincero, corretto e affettuoso amico e collega. Ci univa la nostra passione. Ho tanti bei ricordi, avendo lavorato fianco a fianco con te in molte circostanze, negli uffici stampa di varie pubbliche manifestazioni e in particolare a quasi tutte le edizioni della gara automoblistica Cefalù-Gibilmanna, creatura voluta dal compianto e vulcanico “patron” Pino Spinosa.
    Ci siamo spesso confrontati lealmente e professionalmente – anche con gli altri validi e cari colleghi come Lorenzo Misuraca e Michele Bellipanni, scomparsi prematuramente – nelle corrispondenze per le varie testate giornalistiche che, per circa mezzo secolo, abbiamo rappresentato sulle più svariate tematiche sociali, culturali, sportive, economiche e politiche della nostra città e del comprensorio delle Madonie, dando un contributo per la crescita della nostra realtà territoriale.
    Dopo la chiusura della storica e celebre testata giornalistica L’Ora, per la quale sei stato una voce importante, attenta e stimata, hai continuato a occuparti delle cronache del territorio sia sul quotidiano “La Sicilia” che sulle onde di “Cefalù-Radio Madonie”, l’emittente radiofonica dell’intraprendente editore Angelo Arduino. Con tuoi programmi di informazione e con dibattiti a politici, amministratori, sportivi, operatori culturali, sociali ed economici, hai affrontato molte problematiche e dato spazio a varie iniziative.
    Impossibile non sottolineare l’importante e impegnativo contributo che hai dato alla “giustizia”, ricoprendo il ruolo non facile e rischioso di giudice popolare nel maxiprocesso a Cosa nostra tra il 1986/87. Nel tuo libro “Giudice popolare al Maxi Processo”, con la prefazione dell’illustre scrittore Vincenzo Consolo, ci hai fatto conoscere, con dovizia di particolari e opinioni su uno storico evento giudiziario, la tua singolare e qualificante esperienza. Un iter professionale e culturale di rilievo che – tra l’altro – ti è stato riconosciuto nel 2016, con il conferimento, assieme al presidente del maxiprocesso Alfonso Giordano, del premio Mario Francese, organizzato dall’Ordine dei giornalisti di Sicilia e inoltre, nel marzo del 2017, con l’assegnazione di una medaglia d’oro per i tuoi 50 anni di attività giornalistica.
    Con questo triste ma doveroso ricordo rivolgo un affettuoso, sentito abbraccio ai figli Daniela e Vincenzo, quest’ultimo degno allievo del maestro papà Mario.
    Enzo Cesare

    Reply

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

ll progetto editoriale di CefalùTime è frutto della passione per le arti comunicative e giornalistiche da parte di uno staff giovane e intraprendente.

CefalùTime, nasce con l’obbiettivo di offrire una nuova fonte di informazione, chiara e trasparente, divenendo, al contempo, vetrina di opportunità per piccoli e grandi imprenditori operanti sul territorio.

Maggio: 2020
L M M G V S D
« Apr    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Cefalu Time, 2019 © All Rights Reserved