NotizieTutti gli ArticoliGiuseppe Barranco: “Ridiamo Palermo ai picciotti. Un azionario popolare per salvare il calcio siciliano”

Redazione4 mesi ago4 min

Visti i disastrosi avvenimenti occorsi al Palermo nel corso di questi giorni, il presidente Giuseppe Barranco, dopo aver riflettuto sulle dichiarazioni della Parmonval, ha sposato questo progetto si è fatto avanti con il desiderio di far diventare la Cephaledium la squadra satellite dei rosanero nelle Madonie.
Barranco: “Una squadra blasonata come il Palermo non merita questa fine e, soprattutto, una tifoseria così calda come quella del nostro capoluogo non può subire l’ennesima ingiustizia. Sono a conoscenza che ci sono già altri imprenditori che vogliono prendere il Palermo e portarlo nella categoria che merita ma Palermo ha veramente bisogno di altri soggetti con l’unico obiettivo di arricchirsi alle spalle della città?
Sensi e Zamparini, ad esempio, sono soggetti arrivati a Palermo con lo scopo di aumentare i propri introiti e, dopo aver spremuto a dovere il frutto, sono scappati via lasciando la squadra con ferite insanabili. In quest’ultima occasione, con lo spettro del ritorno al calcio dilettantistico sempre più vicino.
Il cuore dei tifosi è un qualcosa che non va sfruttato per le proprie economie: lo sport è passione, è vita e c’è chi questo, soprattutto a Palermo, non lo ha mai capito. È giunto il momento di dire basta a tutto questo, è giunto il momento di ridare il Palermo ai picciotti.
Così come la Parmonval, anche la Cephaledium si mette a disposizione per costituire un azionariato popolare per far sì che, la squadra siciliana più blasonata, rimanga proprietà del popolo.
Il mio desiderio sarebbe quello di mettere insieme quegli uomini che hanno contribuito a rendere grande il calcio palermitano come Edy Tamajo, Gaetano Vasari, i fratelli Tedesco, Leandro Rianaudo, Giampiero Clemente, creando una società che abbia veramente a cuore lo sport, con un presidente eletto ogni due anni e con una società concentrata sulla valorizzazione dei giovani del territorio.
La vera rivoluzione calcistica non parte dai ricchi imprenditori del nord o esteri che vogliono investire per arricchirsi, ma da chi ha veramente a cuore la propria città.”

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

ll progetto editoriale di CefalùTime è frutto della passione per le arti comunicative e giornalistiche da parte di uno staff giovane e intraprendente.

CefalùTime, nasce con l’obbiettivo di offrire una nuova fonte di informazione, chiara e trasparente, divenendo, al contempo, vetrina di opportunità per piccoli e grandi imprenditori operanti sul territorio.

Novembre: 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Cefalu Time, 2019 © All Rights Reserved